X

Trekking due giorni

METTETEVI ALLA PROVA
CON UN'ESPERIENZA UNICA, DA VERI SPORTIVI.

percorso_2tappe

Giro del Confinale per veri sportivi.

Una straordinaria avventura intorno al Confinale a contatto con la natura più autentica e selvaggia.
Adatto ad escursionisti allenati, runner e biker esperti questo incredibile percorso di due giorni prevede tempi e dislivelli maggiori e risulta per questo molto più impegnativo.

Le tappe sono principalmente da 6/8 ore.

Periodo consigliato: dal 20 giugno al 20 settembre.

Dove pernottare

Il percorso prevede il pernottamento presso Rifugio V Alpini (2877mt) e una sosta al Rifugio Forni (2200mt) come base di appoggio prima e/o dopo il trekking.  Qui gli escursionisti potranno gustare le più golose specialità valtellinesi e ricevere tutta l’assistenza necessaria per affrontare al meglio questa straordinaria avventura a contatto con la natura più autentica e selvaggia.

Sin dal primo giorno, passando in prossimità del Ghiacciao del Cevedale, il paesaggio si rivelerà davvero mozzafiato. Andando verso il Passo del Zebrù, si attraverserà un sentiero lungo il quale è possibile scorgere animali affascinanti come stambecchi, gipeti ed ermellini. E ancora prati, boschi, tra dislivelli impegnativi e piane da percorrere immersi nella pace più totale. E sullo sfondo le splendide montagne e un panorama che lascia intravedere anche Livigno, per perdersi negli spazi e nei silenzi che solo questi luoghi sanno regalare.

Dettagli itinerario

Giorni 1

Dal Rifugio Forni al Rifugio Quinto Alpini passando per la val Cedec per raggiungere il passo Zebrù. Da qui, dopo aver goduto dell’impagabile panorama a 360 gradi, si scende in val Zebrù per 400 mt fino alla bellissima cascata che si alimenta dal ghiaccio della Miniera, da qui in circa 1 ora e mezza si giunge al Rifugio Quinto Alpini dove si pernotta.

  • Tempo di percorrenza: dalle 5 alle  6 ore 
  • Dislivello:  salita 1100 mt  – discesa  400 mt  
  • Pernottamento: al Rifugio Quinto Alpini

Giorni 2

Dal Rifugio Quinto Alpini al Rifugio Forni. Si parte in discesa per questa lunga tappa, prima su sentiero e poi lungo la strada sterrata che porta in Val Zebrù fino al piccolo ponte prima del Rifugio Campo dove i cartelli che indicano le Baite di Cavallaro vi guideranno attraverso ripidi tornanti nel bosco per arrivare al limite della vegetazione sul sentiero che dall’alto sovrastano la val Zebrù. Si prosegue in falso piano fino alle Baite di Cavallaro e poi verso le baita del Confinale sempre in direzione del Rifugio Forni. Una pausa è possibile all’agriturismo Ables a circa 1 ora di cammino dal Rifugio Forni.

  • Tempo di percorrenza: dalle 6 alle 7 ore  
  • Dislivello:  salita 600 mt  – discesa  1250 mt  
  • Arrivo al Rifugio Forni  

Come arrivare

Raggiunta Bormio si prosegue per Santa Caterina di Valfurva dove si deve imboccare la strada che conduce alla Valle dei Forni. Il rifugio è raggiungibile direttamente in auto a partire dalla primavera, solitamente nel mese di marzo, una volta liberata la strada dalla neve.